Login
Register
Articles

Geocaching ... la caccia infinita

Share

I giochi informatici il più delle volte li colleghiamo a degli ambienti chiusi. Non importa se sono per Pc, console o magari per i tablet e cellulari. Sì, questi ultimi magari vengono giocati pure all’aperto, però rimaniamo in un certa maniera al chiuso. Esiste però un gioco che cresce costantemente negli anni e che è praticato esclusivamente all’aperto. Un gioco che richiede una passeggiata, buon occhio, un apparecchio GPS, magari il vostro cellulare, e oltre a tutto questo vi porta in posti storici e originali, in natura e a gustare dei bei panorami. Si chiama Geocaching e oggi ha più di 6 milioni di giocatori alla ricerca di più di 2,5 milioni di cache. È una classica caccia al tesoro in versione moderna. Ma di cosa si tratta e come funziona? (2 e fine)


Categorie di cache
Negli anni sono stati creati tanti diversi modi per arrivare al tesoro. C’è quello tradizionale, dove in base alle coordinate GPS troviamo il cache. Il multi cache è quello che ci offre i dati passo dopo passo; alla fine, messi insieme correttamente, i dati raccolti ci trasmettono le coordinate finali. In altri casi, ci fanno passeggiare da un punto all’altro, svelandoci le coordinate strada facendo, da una tappa all’altra. Quest’ultimo tipo di multi cache è decisamente il più difficile, perché ogni volta bisogna cercare il tesoro, che al contrario della prima variante non è in bella mostra.
I mystery cache sono dei cache che richiedono operazioni aggiuntive, tipo mandare una email, risolvere un quiz, scoprire dove si trova il contenuto di una foto o altro. Gli event cache sono organizzati in primis per conoscersi dal vivo e per scambiare le proprie esperienze. Il 13 dicembre si è tenuto un evento di carattere mondiale. Esistono pure altri tipi di cache, ma sono meno diffusi: CITO Event Cache, Earthcache, Wherigo Cache, Cache Virtuale, Webcam Cache e Locationless Cache.

Giochi simili
Giochi simili basati sul GPS, ma decisamente con meno persone e meno tesori nascosti, sono stati creati in passato. Citeremo, tra i principali, Opencaching e Terracaching, che nella nostra regione, al contrario di “Geocaching”, non sono riusciti a decollare.

Il gioco in regione
Il gioco prende sempre più piede anche nella nostra area. A Fiume, ad esempio, oggi esistono più di 30 cache nascosti e sono in costante crescita. Una ventina sono quelli collocati nel circondario, comprese le zone montuose, come il Monte Maggiore, al Solin o quelle di Monte Lesco. In Istria il gioco è diffuso soprattutto lungo la costa. A livello di Croazia, la maggiore concertazione c’è a Zagabria, ma ci sono tanti cache lungo tutta la costa dalmata e nelle isole. E, come nel resto del mondo, i cache si trovano in posti storici o panoramici per cui la ricerca ci porta pure in posti assolutamente da visitare e vedere.

Per vedere l'intero articolo, versione PDF



Pubblicato su Panorama del 31 dicembre 2014.

Share
You don't have permission to view or post comments.

My articles

Scrivendo della storia di un determinato sport ci si imbatte sempre nella stessa domanda: ma quando è nata questa disciplina? Chi sono stati i primi a praticarla? Quali sono state le sue origini...

Sport

Thumbnail Održan 16. riječki polumaraton na relaciji Korzo - Kantrida - Korzo te maraton Korzo - Opatija - Korzo.
More inSport  

Putopisi

Thumbnail Jučer sam bio na otvaranju izložbe Rikarda Rovana Savellia o njegovim umjetničkim djelima od papira. Stvarno jedinstveni radovi od tanjura do košara, torbi, itd Izložba je smještena u galeriji Erste banke...
More inReportaža