Share

Il turismo in Croazia è on line? I vari operatori hanno capito le possibilità di questo mezzo di comunicazione? Sono pronti e ci tengono ai clienti che usano questo media? Sanno e vogliono comunicare via internet? A queste ed altre domande ecco quali risposte si possono ottenere oggi in Croazia.
L’idea di base era semplice. Il sottoscritto aveva l’idea di partecipare a un viaggio organizzato “generico” all’estero, giovandosi di un’agenzia. Inizio inevitabile: individuare una meta precisa. Oggi operano on line tante agenzie per cui l’offerta abbonda. Ci sono tantissimi itinerari da percorrere con pulman, in aereo, in nave, viaggi transoceanici ed altro ancora. Insomma ce n’è per tutti i gusti.


Durante i mesi estivi spiccano comunque quelli nel continente europeo. Il più delle volte viene offerta la Francia con le sue svariate città, e in primo luogo la capitale, Parigi. Quasi ogni agenzia in Croazia offre poi un percorso che include Monaco di Baviera, Parigi e Salisburgo, oltre a diverse soste in paesi minori: un ben “nutrito” percorso di una settimana.
Nuotando nel mare dell’abbondanza di agenzie turistiche, mi affido ad una di Zagabria, affermata ancora dai tempi dell’ex Jugoslavia. Mando una e-mail chiedendo lumi se ci sono ancora posti liberi e se la partenza è garantita, visto il limite minimo di 40 partecipanti. Mi informo inoltre sugli alberghi e, infine, sul modo in cui ci si deve muovere chi proviene da Fiume, visto che la partenza è prevista da Zagabria ad un’ora proibitiva, le 5.30 del mattino. La risposta è molto veloce, arriva in meno di due ore, però è del tutto insoddisfacente: mi mandano la password per accedere alla sezione clienti?!? Neppure traccia di risposta alle mie domande, tanto che, a distanza di oltre due mesi, sono ancora in attesa. Mandando la domanda all’agenzia, vedo pure di informarmi di più, tanto sull’offerta che sull’agenzia stessa, su un forum con una sezione sul turismo molto frequentata e ricca di informazioni: forum.hr. Ho una brutta sorpresa: l’agenzia è piena zeppa di clienti insoddisfatti. Pure persone tornate di recente dall’aver seguito lo stesso itinerario che mi interessa, si dichiarano assolutamente deluse sia dalla sistemazione che dalla cucina, mentre altre lamentano pessime guide. Insomma una delusione completa.
Sfogliando le sezioni del forum vedo allora di informarmi sulle altre agenzie e per capire quali hanno miglior fama sia in quanto alle guide turistiche che per tutto il resto. Presto arrivo a un gruppo che sembra degno di maggior fiducia. Mando pure ad esse l’usuale e-mail. Le risposte sono molto veloci. Tutte e tre le agenzie nazionali e una regionale rispondono in poche ore in maniera dettagliata, addirittura con più informazioni di quanto richiesti. Dopo la prima delusione finalmente una piacevole sorpresa.
L’unica nota negativa è che tutte prevedono partenze esclusive da Zagabria. Esiste una unica da Fiume, però si visita solo Parigi e Disneyland il che per me è una proposta decisamente “limitata” rispetto all’idea di partenza. Decido di analizzare altre offerte e, anche se i siti che visito sembrano allestiti con cura, denunciano pecche inevitabili. La maggior parte pubblicizza determinati viaggi, però riuscire a fare una ricerca sulle proposte connesse a un determinato periodo è praticamente impossibile.
I click si moltiplicano nella speranza di trovare quel che cerco. Un’agenzia regionale si presenta con un sito semplice, visibile del tutto al primo colpo, ma anche con una grande pecca nelle proposte. Infatti le offerte sono presentate in un ordine sparso che solo all’apparenza sembra essere “per data”. Così, quasi in fondo alla pagina trovo un “qualcosa”, che mi sembra per ottobre, visto che prima vengono quelli di settembre, chiamato “Le capitali della Scandinavia”. Guardo, più che altro per curiosità e, con meraviglia, scopro che la data di partenza è il 18 luglio! Un viaggio accattivante e con un’offerta piuttosto ampia, di 10 giorni, in pullman e nave. Pessima pubblicità per una proposta del genere, ma alla fin fine comprensibile, visto che l’agenzia regionale è solo l’intermediaria di una nazionale. Ovviamente è a questa che mando l’e-mail con la domanda. Tardando la risposta, dopo quattro ore di attesa, decido di chiamarli. Quello che segue è una caterva di risposte positive. Ricevo direttamente un operatore che mi ripresenta l’offerta completa, con vari annessi e connessi. Risponde a tutte le mie domande. Decido di prenotare e dopo pochi minuti ricevo in email l’offerta e i vari documenti per la prenotazione. Tutto quello che segue viene fatto esclusivamente via internet.
Riempio il modulo con i dati richiesti e rimando l’e-mail accludendovi la fotocopia del passaporto. Segue il pagamento, rigorosamente via internet, con tanto di conferma che, come d’accordo, mando al “mio” operatore turistico. Vengo da lui pure subito richiamato al telefono per la sola conferma dell’arrivo di tutti gli e-mail e del pagamento. Dopo pochi giorni ricevo un plico con tutti i dati sul viaggio, oltre alla copia originale del contratto. Insomma una nota del tutto positiva, a conferma che l’agenzia ci tiene ad internet e lo ritiene un media per attirare nuovi clienti. Dunque, senza entrare in un’agenzia turistica, anzi senza uscire di casa, in Croazia è possibile organizzare e prenotare un tour turistico, basta trovare l’agenzia giusta.
Il ruolo di internet non finisce qui. Una volta prenotato è bene saperne di più da chi in quei posti c’è già stato. Torno su forum.hr a cercare lumi in materia. Ricevo in pochi giorni diverse risposte di ex viaggiatori, tutti contenti, dalle guide, agli autisti fino agli alberghi e alle navi. Ricevo pure informazioni preziose che è difficile sapere in anticipo e riguardano il tempo libero, sulla sua consistenza e sul modo d’impiegarlo. Preziosi consigli che aiutano la persona ad organizzarsi in tempo senza dover fare tutto all’ultimo secondo.
Essendo un giro piuttosto lungo, esteso a ben otto stati e nove grandi città, è bene informarsi un po’ su tutto. Per prima cosa bisogna trovare guide buone e sintetiche. Su internet abbondano in svariate lingue. In italiano si trovano parecchie e ottime ben fatte e in PDF, facilmente scaricabili e con tanto di mappa della città. In croato però l’offerta è pessima e oltre ai testi sulle varie città, per esempio su Wikipedia, l’offerta è decisamente latitante.
Nella miriade di siti meteorologi che abbiamo oggi su Internet ci sono parecchi che oltre ad offrire le previsioni del tempo danno pure una visione “storica”. Ci sono siti che raccolgono i dati da più di dieci anni e per cui è possibile farsi un’idea in merito al tempo e in primo luogo alla temperatura in determinati giorni dell’anno. Recandosi in città scandinave come Helsinki e Oslo, poste attorno al 60.mo parallelo, uno pensa subito al freddo anche se si va nel bel mezzo dell’estate. Vestirsi bene è un obbligo. Per farsi un idea, il 24 luglio la temperatura media è di soli 20 gradi, con un massimo “storico” di 25. Questo è il nord Europa.
Informato dall’agenzia su quel che sarà portato a vedere nelle varie città è bene che l’interessato faccia una capatina nei siti che offrono documentari turistici oppure semplicemente in siti come Youtube. Vedere il massimo possibile prima di partire è decisamente utile.
A meno di una settimana dalla partenza ricontatto il “mio” operatore turistico. La domanda è precisa: quali saranno gli alberghi e navi di cui ci serviremo? La risposta è veloce, corredata da una lista completa. La domanda aveva un doppio fine, infatti saputo il nome degli alberghi, oltre ad appurarne il livello e la dislocazione, uno capisce meglio quel che può fare una volta sistemato. Per saperne di più sui singoli alberghi decisamente non è il caso di basarsi sui loro siti, in quanto essi presentano tutto in positivo. Molto meglio invece in questi casi del genere visitare il sito tripadvisor.com ossia, in buona lingua, il “consigliere per i viaggi”, un sito che offre pure per gli alberghi tutte le informazioni veramente essenziali, dai dati “tecnici” ai telefoni e alla mappa. Ma quel che più conta è che ci sono i commenti dei clienti! Potete così conoscere le esperienze di chi vi è già stato, con tanto di foto e video. Decisamente consultando il sito si ha un’informazione completa sul “dove” si alloggerà e quanto le stelle di cui si fregia sono “vere”.
In conclusione, oggi in Croazia è possibile organizzare un viaggio e sapere tutto quel che serve utilizzando solo internet. Basta stare attenti di chi affidarsi.

Per vedere l'intero articolo, versione PDF

Pubblicato su Panorama il 15 agosto 2008.

Share
You don't have permission to view or post comments.