Share

Alla base di ogni attività sportiva e delle discipline attuali vi sono tre sport di fondo: l’atletica leggera, la ginnastica e il nuoto. Si praticano di fatto fin dai primordi e con il passare degli anni sono diventati dei veri e propri sport. Tutte e tre queste attività basilari hanno avuto negli anni grandi cultori in Dalmazia e in particolare a Spalato. Lo sport che in qualche modo è rimasto relegato ai margini almeno per quanto concerne l’impatto mediatico è di sicuro la ginnastica.
Le attività legate al mondo della ginnastica quale oggi lo conosciamo affondano le loro radici molto indietro nel tempo a Spalato. Le prima vere attività di carattere eminentemente sportivo le troviamo già più di 100 anni fa. Come per svariati altri sport il tutto ebbe inizio con la fondazione della società Hrvatski sokol a Spalato nel 1893. Quest’organizzazione mise alla base di qualsiasi iniziativa sportiva proprio la ginnastica, per cui tutti i cultori dello sport almeno per un determinato periodo si cimentarono con l’attività ginnica. Le iniziative promosse dello Hrvatski sokol, tra alti e bassi, andarono avanti fino al 1941. Nel periodo bellico l’organizzazione chiuse i battenti. Con la fine dell’ultimo conflitto mondiale, cominciarono in sordina le iniziative tese a rifondare i diversi club, prima come gruppi sportivi e poi come sport individuali. Così fu pure per la ginnastica. Nel 1948 fu fondato il club di ginnastica chiamato Gimnastičko društvo Split. Però il tutto fu di breve durata. Infatti nel 1951 su decreto governativo la società fu chiusa e i suoi membri furono “integrati” nella nuova organizzazione globale per lo sport, il Društvo tjelesnog odgoja Partizan. Anche se non ufficialmente proprio il Partizan divenne l’erede dello Hrvatski sokol. Così si andò avanti per decenni fino alla rifondazione di un club autonomo.

Share